La diarrea

Che cosa s’intende per diarrea?

Definiamo la diarrea come una frequente emissione di feci non formate. Non deve essere quindi considerata una malattia, ma soltanto un sintomo di un processo morboso in atto.

Quali sono le cause di diarrea nei nostri animali?

La diarrea nel cane e nel gatto è un evento relativamente frequente, che può manifestarsi per cause molto diverse, che possono essere suddivise in tre gruppi:
 malattie proprie dell’intestino, come quelle di origine infiammatoria, batterica, virale o parassitaria, fino alle neoplasie.
– disturbi funzionali, come malassorbimento, cattiva digestione, allergia alimentare o  intolleranza a certi farmaci
– disturbi generali o metabolicici  che NON interessano direttamente l’intestino, come ad esempio patologie renali, epatiche, pancreatiche o ormonali.

Dobbiamo preoccuparci se il cane od il gatto ha la diarrea?

Come abbiamo visto, le cause di diarrea sono veramente tante, e non tutte devono essere considerate gravi: spesso si tratta solamente di feci non formate, che in un paio di giorni tornano alla normalità.Questo, però, non significa che non si debba dare peso a questa sintomatologia, che invece troppo spesso, viene sottovalutata. Occorre quindi distinguere una diarrea episodica da una che si manifesta da più giorni e, ancora, quella di un colore normale da quella magari giallastra, oppure untuosa, mucosa o striata di sangue.

Cosa dobbiamo fare in questi casi?

Se abbiamo solo feci non formate o le scariche sono in numero limitato, proporrei al nostro amico, per un paio di giorni, riso o patate, condite con olio e parmigiano: un cibo facilmente digeribile e con effetto positivo sulla mucosa intestinale. Invece, in tutti i casi di scariche abbondanti o frequenti, consiglio di non dare cibo per non “affaticare” un intestino in difficoltà, lasciando invece acqua a disposizione per contrastare la disidratazione. Se gli episodi diarroici sono numerosi, si possono utilizzare adsorbenti intestinali od antidiarroici anche di uso umano, facilmente reperibili  in farmacia. Nel caso, però il giorno seguente la diarreaNON si fosse decisamente ridotta, NON si deve continuare per giorni con farmaci o digiuno; bisogna invece cercarne la causa, portando un campione del materiale fecale e soprattutto il nostro amico dal veterinario, il quale potrà consigliarvi nel modo più corretto.