La riproduzione

A che età un cane raggiunge la maturità sessuale?

La maturità sessuale, che identifichiamo con la comparsa del primo calore, nella cagna si manifesta normalmente tra i cinque ed i nove mesi,  con notevoli differenze dovute alla grande variabilità di razze: i cani di piccola taglia sono più precoci e quindi anticiperanno il calore, mentre i cani di taglia grande ritardano il loro sviluppo, manifestando il calore nei mesi successivi.

Il calore nelle femmine ogni quanto si presenta?

Il calore, indipendentemente dal momento del suo inizio, comparirà due volte l’anno, mediamente ogni sei mesi, ma vi possono essere variabilità individuali non patologiche: non dovete quindi preoccuparvi se la vostra femmina avrà il calore dopo cinque o sette mesi dal precedente. Nel caso invece la cagna saltasse uno o più calori, cioè se passasse un anno o più dalle ultime perdite, dovrete segnalare la cosa al veterinario, che saprà indicarvi come procedere per verificare i motivi di questa anomalia.

Quanto dura e come si manifesta il calore nella cagna?

I primi calori nella cagna sono normalmente più lunghi di quelli successivi, potendo durare anche più di tre settimane, ma col tempo si stabilizzeranno e noterete le perdite per non più di 15-18 giorni. All’inizio queste saranno caratterizzate da abbondante sangue vivo che nei giorni successivi diverrà gradualmente più chiaro e più denso ed è in questa fase che la femmina diventa recettiva ed accetta il maschio: fate quindi attenzione a non distrarvi in questi giorni.

Invece una gatta quando diventa matura sessualmente?

Nella gatta la maturità sessuale compare tra i cinque ed i sette mesi di età, con variabilità di razza molto meno evidenti.

Il calore nelle femmine ogni quanto si presenta?

Nella gatta il ciclo estrale è notevolmente diverso da quello descritto nella cagna e la femmina va in calore quando incontra il maschio, che con determinati atteggiamenti stimola nella gatta l’ovulazione. Le nostre gatte, se vivono all’esterno, stimolate dai maschi, vanno in calore, si accoppiano, partoriscono e tornano in calore, arrivando a fare 3 cucciolate all’anno; se invece vivono nelle nostre case il calore lo provochiamo noi, con le nostre carezze e non accoppiandosi possono avere calori frequenti e prolungati.

Quanto dura e come si manifesta il calore nella gatta?

La durata del calore è breve, non più di tre giorni, ma come detto, i calori possono essere ripetuti frequentemente e non è raro che la nostra micia di casa abbia ovulazioni per buona parte dell’anno. A differenza della cagna, quindi, il calore della gatta è molto breve, più frequente e soprattutto non è accompagnato da perdite ematiche, ma è invece contraddistinto da manifestazioni tipiche, caratterizzate da  strofinamenti, spostamenti laterali della coda e vocalizi anche notturni, che non possono non attirare la nostra attenzione.